Cosa bolle in pentola


output_immagine.php

COSA BOLLE IN PENTOLA

a cura di Marco Travaglini

E’ tempo di cambiare. L’avvicendamento non ancora perfezionato tra Province e Regione, i passaggi di consegne ancora da effettuare, il caos di competenze e tutto quello a cui si è assistito negli ultimi tempi, ci hanno spinto ad una riflessione: forse è arrivato il momento di dare una scossa e cercare di cambiare qualcosa. Ci riferiamo alla legge regionale sulla pesca datata 2003 ed ormai, a nostro avviso, obsoleta ed anacronistica. Non solo per quanto riguarda la pesca a mosca, ma più in generale per le attività alieutiche tutte. Basti pensare che oggi un turista straniero che venisse nelle Marche e volesse dedicare qualche giorno per pescare nei nostri fiumi, avrebbe parecchie difficoltà a farlo. Il Fly Fisherman Club circolo di Legambiente, si sta muovendo anche in questo senso, con proposte e suggerimenti forte della ormai pluriennale esperienza nella gestione delle acque interne.

NOVITA’ LAGO DI SCANDARELLO

a cura di Francesco Quagliarini e Marco Travaglini

IMG_0461 IMG_0462

 

Novità in merito ad uno dei due bacini idroelettrici gestiti dall’ENEL che alimentano l’ARS TRONTO: il lago di Scandarello. Immediatamente a valle della diga è stata infatti installata una turbina idraulica per sfruttare la portata continua 24 ore su 24 del DMV (deflusso minimo vitale) che prima era rilasciata da un semplice tubo. Ciò permetterà di ricavare energia elettrica senza danni ulteriori all’ecosistema fluviale e soprattutto, così facendo, per aumentare la produzione di corrente, è stata rilasciata più acqua aumentando il valore del DMV da circa 200l/s attuali a 250l/s. Sicuramente non siamo in presenza di una svolta epocale in termini di sbalzi di livello su tutta l’asta fluviale del Tronto, ma comunque questo piccolo passo fatto dai gestori dell’energia elettrica, ci fa ben sperare per il futuro.